Archivio | Editoriali RSS for this section

Nuovi display presentati da Japan Display

 

Nell’ultimo evento denominato FPD 2012, che ha avuto luogo presso Yokohama, in Giappone , sono stati presentanti nuove tecnologie in merito ai display. Si è prestato particolare interesse per un nuova compagnia, chiamata “Japan Display” formata dalle società di telefonia e non, quali SonyHitachi, e Toshiba.
Molte novità in questo evento, una di queste è il display da 5 pollici 1080p di cui abbiamo parlato tempo fa con la tecnologia White Magic, un altra è il display da 7 pollici con una risoluzione di 2560×1600 pixel con una densità per pollici di 431 ppi, nel quale il suo utilizzo si presume venga fatto su Tablet.

Infine vi mostriamo due video uno in cui possiamo notare i nuovi display e delle nuove tecnologie chiamate IPS-Neo che sarebbè l’evoluzione dei display IPS e la la Pixel Eyes che permette di avere un touchscreen integrato con lo schermo, piuttosto dei soliti due strati differenti.

E un altro video  in cui sono stati presentati display simili a quelli del Kindle Paperwhite prodotti da Amazon, e diversamente da questi di Amazon sono dei Lcd a colori e non retroilluminati, riflettendo la luce ambientale ed inoltre è possibile vedere filmati.

VIA

Phablet: E’ necessario che Sony sia della partita?

Il termine Phablet non è di certo sconosciuto agli appassionati di tecnologia e di dispositivi mobili. Identifica una nuova categoria di prodotti che si posiziona a metà strada tra un tablet di piccole dimensioni (7″) e uno smartphone top di gamma (fino a 5″). Il prezzo di vendita è simile, se non più alto, a quello di uno smartphone e le caratteristiche non sono da meno sia per quanto riguarda l’hardware (CPU, fotocamera, connettività, ecc..) che il design.

Sony si vocifera che possa a breve fare immissione in questo nascente mercato. Eppure a guardare gli spot di Apple biosgnerebbe che tutto il mondo degli smartphone si fermasse a riflettere:

Sicuramente chi compra questi  dispositivi ha abbandonato ormai da tempo le tastiere fisiche, affermando con convinzione che non esistono differenze tra il premere un tasto e il premere sul proprio display touch.

Smartphone e Phablet
Smartphone e Phablet

Personalmente mi sono convinto che le imprese  investono in questi dispositivi per una questione di costi, oltre che di naturale soddisfazione di tutte le fasce del mercato: una tastiera qwerty fisica pone seri problemi sia a livello di slide, sia e sopratutto in termini di adattamento della tastiera alla lingua (immaginate i problemi se il dispositivo non dovesse vendere nel paese per cui è stato progettato. Chi lo comprerebbe?

Ciò che mi da particolarmente fastidio è che oggi giorno non esistono dispositivi top di gamma che soddisfino questa esigenza: che sia un iPhone, un Samsung Galaxy, un Motorola, un HTC o un Sony, avrete sempre il full touch e purtroppo anche  Nokia non ha nulla da dire a riguardo (sebbene sia per anni stata un punto di riferimento).

Discorso leggermente diverso per i dispositivi di fascia bassa, dove tutte le imprese sono più o meno presenti con una propria soluzioni. Sony stessa a riguardo è stata molto attiva solo un anno fa.

Nokia E7
Nokia E7

Tutto ciò potrebbe essere un fenomeno che si appiattirà con il rilascio di Windows 8: tutti i dispositivi tablet che i produttori hanno in serbo per noi prevedono uno schermo di ancor più generose dimensioni con in più una dock (o una cover) con tastiera qwerty (pensiamo subito a Sony e al suo Vaio T o al Duo 11).

Le piccole, ma maxi dimensioni, piacciono parecchio al mercato (display meno di 10 pollici) e questo non è di certo un mistero se si considera il successo dei vecchi netbook (a proposito c’è ancora gente che ne compra uno?) ma piace ancor di più la possibilità di poter toccare (segmento che attualmente da l impressione che non sia completo, che manchi qualcosa, cioè un pò troppo smartphone e poco pc).

In altri termini, a mio modesto parere, phablet e tablet non potranno coesistere. E’ più ragionevole ipotizzare uno scenario in cui gli smartphone saranno dispositivi con al massimo 4.5 pollici e con tastiera qwerty oppure al massimo full touch con schermi al di sotto dei 5″ e i tablet che invece partano dai 7 pollici (dimensioni che aiutano a giocare con gli amici).

Al massimo potrebbe accadere che qualcuno preferirà un phablet (dunque dispositivi con display compreso tra i 5 e i 7 pollici) e un “vecchio” pc o un nuovo ultrabook.

Detto questo lascio a voi la parola e vi chiedo di raccontarmi le vostre esperienze con i phablet e se ritenete che Sony sia costretta ad entrarci o se con la propria gamma di dispositivi basati su Windows 8 sopperirà a questa mancanza.

Sony pubblica il bilancio dell’ultimo trimestre

Annunciati i risultati del Q3  2012 di Sony, anche se risulta Q2 dato che il suo anno fiscale finisce a marzo 2013.

Come sappiamo Sony qualche anno fà registrava  un conto in rosso di ben 312 milioni di dollari , ma grazie all’introduzione del sistema operativo Android è riuscita a risollevarsi vendendo 8,8 milioni d’unità di smartphone della serie Xperia,  contro i 7,7 milioni dello scorso trimestre. Questo risultato non è poi così deludente, anche se a vedere le vendite del solo Galaxy S III (ben 18 milioni venduti) Sony dovrebbè capire che deve muoversi un pò per conquistarsi una fetta di mercato più ampia.
Quindi non ci resta che aspettare nei prossimi  mesi per vedere quali saranno le prossime  mosse intraprese da Sony!

VIA

Rendering del Concept di un dispositivo Sony

I concept rappresentano delle proposte progettuali realizzate spesso da amanti di determinati prodotti. Un amante di Sony (come noi del resto ;)) si è divertito a realizzarne uno che potete ammirare qui sotto.

Il dispositivo sembra distaccarsi (finalmente) dal design caratteristico di tutti gli ultimi Xperia, in particolare per le leggere curvature presenti in alto e in basso. Inoltre si nota una certa simmetria nello stesso design.

Concept Sony

Concept Sony

Il Concept è stato realizzato da Jsus, lo stesso ragazzo che ha realizzato quest altro “rendering live”.

Sony Odin

Sony Odin

Dovremo aspettare un bel pò affinchè vedremo il vero dispositivo top di gamma di Sony. Per questo Natale godiamoci lo SkyFall

Nuovi display da Sony con la tecnologia White Magic

White Magic

Nel 2013 si suppone che Sony presenterà con un phablet dispositivo con almeno uno schermo di diagonale di 5 pollici con risoluzione Full-Hd  e con una densità per pollice di 443PPI. Il display verrà realizzato dalla casa Japan Visualizza Inc (JDI) e dai primi rumors emersi si era capito che fosse un TFT-LCD IPS display in configurazione RGB.

Tuttavia in un recente comunicato stampa  da JDI si ipotizza che in questi display c’è anche una nuova tecnologia chiamata White Magic. Il display sarà  a basso consumo energetico di circa il 50%, utilizzando  una struttura del pixel RGBWinoltre include anche una funzione tattile integrata,cioè senza vetro di protezione.

Quindi la tecnologia White Magic ha sempre il rosso, verde e bianco (RGBW) subpixel allineati orizzontalmente, ma ha anche un ulteriore sub-pixel bianco che aumenta notevolmente la luminosità dei display rispetto al normale LCD e schermi OLED.

Android 4.1: Sony annuncia gli aggiornamenti sul marchio Xperia

Il giornalista Davide Fasola pubblica sul sito italiano  “hardware upgrade” una notizia riguardo gli aggiornamenti sui prodotti Sony.

Durante la giornata del 19 Ottobre, Sony ha annunciato i piani riguardo gli aggiornamenti dei loro prodotti alla versione Android 4.1 oppure chiamata Jelly Bean.

A partire dal primo trimestre del 2013 Jelly Bean arriverà negli smartphone Xperia T, Xperia TX, Xperia V e molto probabilmente anche sul nuovo Tablet Xperia S; I possessori dei telefoni Xperia J, Xperia S, Xperia P, Xperia Ion, Xperia Acro S o Xperia Go dovranno attendere più a lungo per avere  la versione aggiornata.

Intelligente la scelta da parte di Sony di non aggiornare i prodotti messi al mercato nel 2011 e anni precedenti per garantire l’uso ottimale al cliente.

 

Sony Xperia T, la video recensione di Andrea Galeazzi

Il noto giornalista Andre Galeazzi, dell ancor più famoso sito Telefonino.net, ha dedicato una decina di minuti alla recensione dell attuale top di gamma di Sony: Xperia T, noto anche come il telefono di James Bond.

Vi preghiamo di notare la galleria presente di default sui terminali Xperia: un concentrato di innovazione e semplicità, difficilmente replicabile dai competitor. Il punto di forza è la visualizzazione per data, unica variabile all interno di una foto che non cambia mai (al contrario dei tag, dell album oppure del nome che vogliamo attribuirgli)

Video a seguire

Quanti Sony Lovers lo comprearanno? E quanti già lo possiedono?